image Tranquilli, il mio isolamento non ha nulla a che fare con il senso di solitudine, anzi, sono stata tutta l’estate in ottima compagnia. Di me stessa, dei miei amori, degli amici, delle novità.

La mia isola, quella su cui mi isolo almeno una volta all’anno è la Sicilia. Ci siamo adottate tanti anni fa.

Prima di partire ho cominciato a creare tre baccelloni perché ogni volta che realizzo un baccello in genere è per raccontare qualcosa. Che parli di me o di voi lo faccio con la stessa fedele partecipazione.

Volevo finirli lì, vederli accostati all’amore che ho per quest’isola così ricca di tutto che mi conquista ogni volta; così aperta che puoi arrivarci da ogni onda e così stratificata che è difficile disabituarti ai suoi ritmi dopo averli seguiti. Io la sento ogni anno  sempre pulsante: per vigorosa natura, mitologiche acque, impressionante cultura.

image

image

image

Ho trascorso nuove magnifiche settimane. Trascorrerle e non correrle è stato l’aspetto più entusiasmante.

Bisogna che il tempo ci aiuti a scandire meglio i battiti del nostro cuore, dei pensieri e degli affetti, delle priorità. Questo mese mi è capitato di leggere tanti post di persone che come me hanno sentito l’esigenza di riscoprire la lentezza del proprio io.

Chi si riempie di molto forse ogni tanto ha bisogno di svuotarsi un pó. Servono gli spazi giusti per farlo, quelli in cui può esser certo di riuscire a sistemare i ricordi e tornare a cercarli ogni qual volta bisogna.

Ritornarci giusto il tempo di isolarsi un pó.

image

Annunci